Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

01.10.2021: Generali riceve il Premio Mercurio 2021 per le strategie di trasformazione e crescita nel comparto assicurativo in Germania e in Europa

Data:

01/10/2021


01.10.2021: Generali riceve il Premio Mercurio 2021 per le strategie di trasformazione e crescita nel comparto assicurativo in Germania e in Europa

L’Associazione Economica Italo-Tedesca MERCURIO ha assegnato il Premio Mercurio 2021 a Generali. L’azienda, tra i maggiori player globali del settore assicurativo e fra i player leader in Germania, si è distinta per le strategie di trasformazione che hanno portato crescita nel mercato assicurativo tedesco ed in Europa. Ciò ha dato anche un fondamentale contributo al rafforzamento delle relazioni economiche tra Germania e Italia.

Dopo un anno di pausa forzata a causa della pandemia il tradizionale premio, conferito dall’Associazione Economica Italo-Tedesca MERCURIO con sede a Düsseldorf da oltre venti anni per investimenti e progetti culturali tra Germania e Italia, torna ad essere assegnato. La cerimonia avrà luogo all’Ambasciata d’Italia a Berlino in presenza di S.E. l’Ambasciatore d’Italia Armando Varricchio e di rappresentanti delle aziende premiate e in totale osservanza delle regole anti-covid.

S.E. l’Ambasciatore d’Italia Armando Varricchio ha commentato così la notizia: “Gli investimenti delle imprese italiane in Germania, con uno stock di oltre 37 miliardi di euro, rappresentano un importante fattore di sviluppo di lungo periodo. Siamo quindi particolarmente lieti di ospitare in Ambasciata la cerimonia di consegna del Premio Mercurio, che mette in evidenza la capacità delle imprese italiane di consolidare stabilmente la propria presenza in un Paese come la Germania che rappresenta il nostro primo partner economico al mondo”.

Il Presidente di MERCURIO Eckart Petzold ha aggiunto: “Il Premio Mercurio ha la missione di attestare il forte legame storico che esiste tra le economie italiana e tedesca. Le premiazioni di quest’anno hanno una valenza speciale: dimostrano che le relazioni economiche e industriali tra i due Paesi non solo hanno retto alla dura prova della pandemia, ma hanno contribuito a rafforzare i meccanismi di cooperazione all’interno dell’Unione Europea generando una crescita a livello europeo”.

 

Premio Mercurio 2021 a Generali

per le strategie di trasformazione e crescita del comparto assicurativo in Europa.

Fondate a Trieste nel dicembre del 1831 le Generali sono presenti in Germania dal 1837. Generali Deutschland oggi raccoglie 14,4 miliardi di euro di premi, gestisce oltre 100 miliardi di euro di asset e impiega circa 10 mila dipendenti. Dal 2015 grazie alla profonda trasformazione impressa dal management nel paese, Generali Deutschland ha significativamente migliorato la sua posizione competitiva sul mercato puntando su efficienza operativa, crescita profittevole e un forte focus sull’innovazione con il lancio di prodotti unici sul mercato. Generali è molto attiva in Germania anche nel campo sociale grazie alla iniziativa globale The Human Safety Net, rivolta allo sviluppo di start-up fondate da rifugiati e alle famiglie svantaggiate, che negli ultimi anni è stata anche tra i protagonisti dell’annuale Bürgerfest del Presidente della Repubblica Federale tedesca.

Generali compie quest’anno 190 anni. Una ricorrenza che il Gruppo ha deciso di celebrare lasciando un segno tangibile e duraturo del legame che lo lega ai territori in cui è nato e cresciuto. Così, lo scorso febbraio, Generali ha presentato “Fenice 190”, un piano di investimenti da 3,5 miliardi di euro per sostenere il rilancio delle economie europee colpite dal Covid–19, a cominciare da Italia, Germania e Francia, e proseguendo durante i cinque anni del piano in tutti i paesi europei dove il Gruppo è presente. Con Fenice 190 il Gruppo ha reso permanenti le iniziative straordinarie avviate nel 2020 per affrontare la crisi che hanno visto investimenti a supporto delle Pmi e dell’economia reale per un volume di oltre un miliardo di euro. A cui si aggiunge un impegno annuo di 500 milioni di euro, per i prossimi 5 anni, destinati alla crescita sostenibile attraverso fondi di investimento internazionali indirizzati a infrastrutture, innovazione e digitalizzazione, Pmi, abitabilità green, strutture health care ed educazione.

 

I Riconoscimenti Speciali Mercurio 2021:

“Robotica per la Fabbrica Intelligente” a Comau

per l’impegno investito in soluzioni integrate per l’automotive del futuro in Europa e nel mondo.

Società parte di Stellantis, Comau è leader mondiale nello sviluppo di sistemi e prodotti avanzati per l’automazione industriale. La sua offerta include tecnologie e sistemi per la produzione di veicoli elettrici, ibridi e tradizionali, robot industriali, soluzioni di robotica indossabile e collaborativa, strumenti per la logistica a guida autonoma, centri di lavorazione meccanica dedicati, servizi digitali interconnessi e sistemi in grado di trasmettere, elaborare e analizzare dati macchina e di processo. Comau è presente in Germania da oltre 25 anni con due sedi e un portfolio focalizzato su tecnologie avanzate, tra cui quelle robotiche, e soluzioni integrate per l'industria automotive e numerosi altri settori. Lo scorso luglio la società ha presentato insieme a Siemens la Comau Next Generation Programming Platform, una soluzione innovativa che semplifica la programmazione dei robot grazie all’integrazione completa fra i robot Comau e la Simatic Robot Library di Siemens, permettendo alle imprese di aumentare efficienza e produttività, con risparmi tangibili di tempi e costi necessari per l’automazione degli impianti.

 

“Innovazione e sostenibilità in siderurgia” al Gruppo Feralpi

per l'impegno volto alla circolarità dei processi produttivi in Europa e nel mondo.

Il Gruppo Feralpi è tra i principali produttori siderurgici in Europa ed è specializzato nella produzione di acciai destinati sia all’edilizia sia ad applicazioni speciali. Dalla capogruppo Feralpi Siderurgica, fondata nel 1968 a Lonato del Garda (Brescia), un percorso di crescita ha dato vita ad un Gruppo internazionale, diversificato e verticalizzato a monte e a valle della filiera produttiva e di commercializzazione. Il Gruppo Feralpi redige dal 2004 il Bilancio di sostenibilità e, dal 2019, la Dichiarazione Volontaria di Carattere Non Finanziario, integrando nel piano di sviluppo industriale una strategia ESG (Environment, Social, Governance). Feralpi Stahl, sub-holding con sede a Riesa (Sassonia), aggrega un pool di imprese europee che mette al servizio del Gruppo la grande tradizione siderurgica tedesca: dalla produzione di acciaio alle lavorazioni a freddo fino alle attività di logistica, Feralpi Stahl condivide la politica di responsabilità sociale del Gruppo nel rispetto dell’ambiente e dell’uomo. L’acciaieria di Riesa è infatti, ininterrottamente dal 2012, certificata EMAS, il più importante sigillo di alta qualità in materia ambientale della UE assegnato alle aziende che si impegnano attivamente nel valutare e migliorare la propria efficienza ambientale andando anche oltre i requisiti legali.

 

“Logistica intermodale sostenibile” a HHLA PLT Italy S.r.l.

per l'alleanza europea per un polo logistico sostenibile.

HHLA (Hamburger Hafen und Logistik) è un’azienda leader europea del settore portuale e logistico, le cui attività si estendono oltre il porto di Amburgo in molte parti d’Europa. Insieme ai suoi clienti, HHLA sviluppa hub logistici e digitali per i flussi di trasporto marittimo e continentale del futuro concentrandosi su tecnologie innovative e soluzioni sostenibili. A inizio 2021 la società ha perfezionato l’ingresso nel capitale del terminal multifunzionale Piattaforma Logistica Trieste (PLT) con una quota del 50,01% per una gestione in partnership con i soci fondatori italiani. L’infrastruttura ha iniziato le operazioni a marzo 2021 sotto il nome di HHLA PLT Italy. Situato all’interno della zona franca di Trieste, la piattaforma dispone di una superficie complessiva di 27 ettari, di cui la parte meridionale, in costruzione, prevedrà la gestione del traffico container e ro-ro in acque profonde. Negli ultimi anni la regione adriatica si è sviluppata in modo molto dinamico con Trieste come porto più settentrionale del Mediterraneo e al contempo lo sbocco a sud dell’Europa centrale e orientale. HHLA si posiziona con la HHLA PLT Italy in un mercato fortemente in crescita, che offre buone possibilità di sviluppo, per intercettare nuovi flussi di merci.

 

“Materials Science and Nanotechnology Excellence” al Prof. Dr. Gianaurelio Cuniberti della TU Dresden

per meriti scientifici e la promozione delle relazioni accademiche ed economiche su scala europea.

Il Prof. Gianaurelio Cuniberti, nato a Genova, è titolare della cattedra di Scienza dei Materiali e Nanotecnologie dal 2007 presso la TU Dresden ed è co-direttore del Max Bergmann Center of Biomaterials di Dresda. È fondatore del "Dresden Center for Computational Materials Science" (DCMS) di cui è il direttore scientifico dal 2013. È inoltre professore onorario alla POSTECH - Pohang University of Science and Technology (Corea), alla University of Alabama (USA) e alla Shanghai Jiao Tong University (Cina). Nel 2018 è diventato professore del primo transcampus, la partnership privilegiata tra la TU Dresden e King's College London. È membro eletto dell'Accademia Europea delle Scienze e della Academia Europaea, le due più prestigiose accademie scientifiche a livello europeo. Il Prof. Dr. Gianaurelio Cuniberti ha fornito contributi fondamentali a diversi settori scientifici legati alle nanotecnologie e la scienza dei materiali di grande rilevanza per la realizzazione della e.g. digitalizzazione dell’olfatto. La sua attività di ricerca è riconosciuta a livello internazionale in più di 430 articoli scientifici ad oggi e l’impatto applicativo nella commercializzazione di brevetti e nella fondazione di startup ad alto contenuto tecnologico, due delle quali già oltre l’exit, acquistate da aziende legate alla biotecnologia e alla robotica.

 

Premio Mercurio – Il Premio Economico Italo-Tedesco Premio Mercurio viene assegnato dal 1999 per iniziative di particolare rilievo nell’ambito degli scambi economici e culturali fra Italia e Germania. Sono sette i criteri che guidano la giuria in sede di aggiudicazione, fra i quali: creazione/salvataggio di posti di lavoro, crescita, sostenibilità e transfer di know-how. La cerimonia della premiazione si svolge in presenza di esponenti dell’imprenditoria tedesca e italiana, personalità di spicco della vita pubblica di entrambi i paesi e rappresentanti della stampa. Qui la lista dei premiati delle scorse edizioni.

MERCURIO e. V. è un’associazione di portata nazionale con sede principale a Düsseldorf. Costituita nel 1988 su iniziativa dell’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE) e del Consolato Generale d’Italia a Colonia, è patrocinata dall’Ambasciata d’Italia. MERCURIO offre a tutte le istituzioni, alle imprese interessate e ai loro dirigenti una piattaforma unica per il networking e lo scambio d’esperienze e d’informazioni. Eventi esclusivi incentrati su rilevanti temi d’attualità del mondo economico, case studies aziendali e serate dedicate al lifestyle, formano una cornice che offre ai soci MERCURIO l’opportunità di approfondire ed arricchire la conoscenza delle relazioni economiche italo-tedesche, favorendo così la comprensione di nessi ed eventi chiave che si sviluppano sul piano bilaterale.

La Giuria che ha assegnato i premi è stata formata da: Jörg Buck (Camera di Commercio Italo-Germanica di Milano - AHK Italien), Davide Campagnari (Iseo), Thomas Fricke (IMA), Giacomo D'Ignazio (LUX Automation), Andreas Kipar (LAND), Christiane Liermann (Villa Vigoni), Marcello Mariucci (Elettronica), Eliomaria Narducci (Camera di Commercio Italiana per la Germania – ITKAM), Federico Panichelli (Bonfiglioli), Tommaso Pedicini (WDR, Radio Colonia), Eckart Petzold (MERCURIO, Luther), Marina Tedeschi (Marina Tedeschi PE), Christian Vonderreck (HSMV)

 

 

mercurio


889