Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Ingresso in Italia

 

Ingresso in Italia

ATTENZIONE!

A partire dal 16 dicembre sarà obbligatorio per tutti (anche per i vaccinati e i guariti) presentare un tampone negativo per l’ingresso in Italia. Sono esentati i bambini minori di 6 anni.

In assenza di certificazione di vaccinazione o di guarigione, sarà nesecessario osservare un periodo di quarantena della durata di 5 giorni.

 

1) INGRESSO IN ITALIA DALLA GERMANIA (senza soggiorni o transiti in altri paesi nei quattordici giorni precedenti)

Chiunque entra in Italia dalla Germania per qualsiasi motivo e con qualsiasi mezzo deve:

 a) compilare il formulario digitale di localizzazione, denominato anche digital Passenger Locator Form (dPLF), da presentare in cartaceo o sul proprio dispositivo mobile a chiunque sia preposto ai controlli. In casi eccezionali, ovvero esclusivamente in caso di impedimenti tecnologici, sarà possibile compilare il modulo cartaceo.

b) presentare, a chiunque sia preposto ad effettuarne il controllo, l'EU digital Covid Certificate conforme alla normativa europea, da cui risulti, alternativamente:

  • avvenuta vaccinazione, con attestazione del completamento del prescritto ciclo vaccinale da almeno quattordici (14) giorni;
  • avvenuta guarigione (negli ultimi sei mesi);
  • avvenuta guarigione, più effettuazione della sola dose di vaccino prevista per il completamento del ciclo vaccinale.

c) il risultato negativo di un test antigenico rapido o molecolare, effettuato tramite tampone. Il test molecolare deve essere effettuato non oltre le 48 ore precedenti l'ingresso in Italia, il test antigenico non oltre le 24 ore precedenti l'ingresso in Italia.

I bambini al di sotto dei sei (6) anni di età sono esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico.

 

A decorrere dal 16 dicembre, in caso di avvenuto ingresso in Italia in mancanza della certificazione di cui al punto b) (certificato vaccinale o di guarigione), è necessario:

- sottoporsi a un periodo di cinque (5) giorni di isolamento fiduciario presso l'abitazione o la dimora per attivare la sorveglianza sanitaria;

- effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei cinque (5) giorni di isolamento.

Per eventuali eccezioni alle disposizioni di cui sopra, si prega di consultare il questionario predisposto dal Ministero degli Affari Esteri.

INGRESSO DI MINORI: Ai fini dell’ingresso nel territorio nazionale, i bambini di età inferiore ai sei anni sono esentati dall’effettuazione del test molecolare o antigenico.

I minori fino a 17 anni (quindi 18 anni non compiuti) che viaggiano con genitore esentato da isolamento (perché in possesso di un certificato di vaccinazione o di un certificato di guarigione) sono anch’essi esenti da isolamento (ma, se di età compresa tra i 6 e i 17 anni, devono presentare la prova di aver effettuato il tampone previsto ai fini dell’ingresso in Italia, risultato negativo).

Attenzione: possono essere effettuati al momento dell’ingresso in Italia a campione test antigenici o molecolari sui viaggiatori in arrivo; in caso di positività è previsto l’isolamento fiduciario di 10 dieci giorni, ove necessario anche nei covid hotel a spese del viaggiatore.

 

2) INGRESSO IN ITALIA DALLA GERMANIA (con soggiorni o transiti in altri paesi nei quattordici giorni precedenti)

Si consiglia di consultare il questionario predisposto dal Ministero degli affari esteri prima della partenza per verificare la propria situazione.

Per ulteriori informazioni sulle condizioni per l'ingresso in Italia, consultare il sito del Ministero della Salute italiano, il FOCUS sul sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale; quello sul portale Viaggiare Sicuri.

 

3) COME FARE INGRESSO IN ITALIA DALLA GERMANIA

In considerazione della situazione epidemiologica alcuni collegamenti tra i due Paesi potrebbero essere ridotti. Si raccomanda a chi vuole viaggare tra Italia e Germania di verificare sempre con la compagnia l'operatività del collegamento, prima del viaggio.

Aereo
È opportuno chiedere informazioni alla compagnia sulla documentazione richiesta per l'imbarco (considerato che a volte le compagnie richiedono più documenti - o documenti diversi - rispetto a quanto previsto dalla normativa dei due Paesi). Si segnala in particolare che diverse compagnia permettono l'imbarco esclusivamente a chi sia in possesso di un certificato verde (anche nei casi in cui sarebbe prevista l'esenzione).

Bus
Alcune compagnie di viaggi in bus hanno ridotto o cancellato i viaggi previsti: per conferma dell'operatività dei collegamenti, è necessario contattare direttamente le compagnie di trasporto.

Treno

Il traffico ferroviario verso l'Italia attraverso l'Austria e la Svizzera è stato ridotto, ma è sostanzialmente regolare.

Auto
Il transito in automobile è consentito senza limitazioni sia dalla Svizzera, sia dall'Austria.

 

 


695