Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

15.02.2022: L’Ambasciata celebra la presenza del cinema italiano alla 72. edizione della Berlinale

L’Ambasciata ha celebrato la presenza del cinema italiano alla 72a edizione del Festival del Cinema di Berlino, ospitando un evento con registi, attori, produttori e addetti ai lavori.

“Sono molto lieto che a Berlino siamo rappresentanti da un Maestro riconosciuto quale Paolo Taviani, e da una serie di giovani registi, combinazione della ricchezza del cinema italiano nel tempo”: con queste parole l’Ambasciatore Armando Varricchio ha accolto il Maestro Paolo Taviani, in concorso alla Berlinale con il film “Leonora addio”, e i giovani talenti Francesco Costabile, Nicolò Bassetti e Lorenzo Tardella, registi rispettivamente di “Una femmina”, “Nel mio nome” e “Le variabili dipendenti”. I primi due film sono stati presentati, al pari di “Calcinculo”, nella sezione “Panorama”, il terzo invece nella sezione “Generation Kplus”.

Nel suo recente discorso di insediamento, ha ricordato l’Ambasciatore, il Presidente Mattarella ha sottolineato che “la cultura non è il superfluo: è un elemento costitutivo dell’identità italiana”, esortando a fare in modo che “questo patrimonio di ingegno e di realizzazioni, da preservare e sostenere, divenga ancor più una risorsa capace di generare conoscenza, accrescimento morale e un fattore di sviluppo economico”.

Tra gli ospiti dell’evento Mariette Rissenbeek, direttrice esecutiva della Berlinale; Manlio Messina, Assessore Sport Turismo e spettacolo della Regione Sicilia; Carla Cattani di Cinecittà e Roberto Stabile, responsabile relazioni internazionali di ANICA.

mv 01283  mv 01703    
 mv 01050  mv 01095    

Foto: © Antonio Padovani