Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Al via la VIII edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo (13.-19.11.2023). La rete in Germania partecipa con un ricco programma di iniziative

SCIM2

In occasione della VIII edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo (13-19 novembre 2023), l’Ambasciata e la rete di istituzioni appartenenti al “Sistema Italia” in Germania organizzano un fitto calendario di iniziative incentrate sul tema della rassegna “A tavola con la cucina italiana: il benessere con gusto”.

A Berlino, l’evento di punta della settimana è rappresentato dalla serata ospitata dall’Ambasciatore Armando Varricchio, con lo Chef stellato Michelin Simone Breda (Ristorante Sedicesimo Secolo) e uno dei volti più noti della pasticceria italiana, il Maestro Iginio Massari. L’evento fornirà l’occasione per discutere temi quali il nesso tra alimentazione, salute e benessere, e il contributo che può dare in questo senso la dieta mediterranea.

Nelle principali città tedesche sono previste varie iniziative organizzate dalla rete dei Consolati, degli Istituti di Cultura e dalle Camere di Commercio e realizzate in collaborazione con una molteplicità di partner italiani e locali: nelle città di Francoforte e Friburgo si tengono incontri per la promozione dell’olio EVO e di altre eccellenze italiane; a Colonia, Dortmund e Stoccarda, appuntamenti di promozione della cucina e del turismo consapevole in Sicilia; a Düsseldorf e Hannover, eventi dedicati alla cucina e ai prodotti piacentini e dell’Oltrepò Pavese; infine, a Darmstadt e Würzburg, le presentazioni del libro “La cucina antica” scritto dagli archeologi Carlo Casi e Simona Carosi.

A Monaco si svolgono due iniziative di promozione economica realizzate dal Consolato Generale in collaborazione con la Camera di commercio Italo-Tedesca (Italcam): la prima, volta a presentare un nutrito gruppo di produttori di specialità e vini italiani, presso lo store di Eataly e la seconda, tesa a promuovere l’edizione Vinitaly 2024, realizzata in cooperazione con Fiera di Verona.

Le iniziative organizzate dalla rete di istituzioni offrono l’occasione per promuovere in Germania la candidatura della Cucina italiana alla Lista Rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dell’UNESCO. Presentata lo scorso 23 marzo dal Ministero per l’Agricoltura, le Foreste e la Sovranità Alimentare e dal Ministero della Cultura, questa candidatura vuole essere più che un riconoscimento per l’arte culinaria nel nostro Paese: si pone infatti come strumento di tutela della tradizione e di promozione, anche economica, dell’Italia all’estero.