Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Italia e Germania firmano l’accordo sulla cooperazione scientifica e tecnologica nel campo della meteorologia e della climatologia (19.01.2024)

Accordo meteo_2

Italia e Germania hanno stipulato oggi un accordo per rafforzare la collaborazione scientifica e tecnologica nel campo della meteorologia e della climatologia. L’accordo è stato sottoscritto a Berlino dall’Ambasciatore Armando Varricchio, per parte italiana; dal Sottosegretario di Stato presso il Ministero federale per gli Affari digitali e i Trasporti, Stefan Schnorr, e dalla Sottosegretaria e Inviata speciale per l’azione internazionale per il clima presso l’Auswärtiges Amt, Jennifer Morgan, per parte tedesca.

L’accordo crea la cornice per lo sviluppo e la realizzazione di progetti a lungo termine tra Italia e la Germania, anche in virtù del loro ruolo di Paesi ospitanti il Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF). L’accordo prevede tra le altre cose l’introduzione di un corso di studi di laurea magistrale internazionale presso il Centro per l’osservazione del sistema terra e l’analisi computazionale (CESOC) e l’Università di Bologna e la creazione di una rete di formazione italo-tedesca tra le università, gli istituti di ricerca e i servizi meteorologici e climatici tedeschi e italiani “Italia-Deutschland science-4-services network in weather and climate” (IDEA-S4S).

“A meno di due mesi dall’adozione del Piano d’azione italo-tedesco, trova oggi attuazione uno dei progetti chiave previsti nel campo della ricerca scientifica e tecnologica. Il rafforzamento della cooperazione nel settore della meteorologia permetterà anche di migliorare la nostra capacità di prevedere eventi climatici estremi quali la siccità e le inondazioni, che sempre più spesso interessano i nostri Paesi. In tale quadro, l’accordo crea un terreno fertile per lo scambio di conoscenze e la circolazione di ricercatori tra i numerosi istituti di eccellenza presenti in Italia e Germania”, così l’Ambasciatore Varricchio.