Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

La mostra “Germania-Italia: un classico. La storia dei Campionati Europei di Calcio attraverso le figurine Germania-Italia” tra le iniziative promosse dall’Ambasciata e dagli Istituti Italiani di Cultura di Stoccarda, Amburgo e Monaco di Baviera in occasione del Campionato Europeo di Calcio in Germania

poster-mostra

La passione per il calcio incontra la creatività italiana in una mostra dedicata alle figurine dei calciatori dal titolo “Germania-Italia: un classico. La storia dei Campionati Europei di Calcio attraverso le figurine”.

L’esposizione – un vero e proprio racconto visivo e narrativo attraverso figurine, album, card e materiale diventato di culto, ma anche illustrazioni e materiale grafico – sarà visitabile da oggi al 30 agosto agli Istituti Italiani di Cultura di Stoccarda (dall’8 al 31 maggio), di Amburgo (dal 12 giugno al 30 agosto) e infine di Monaco di Baviera (dal 13 giugno al 15 luglio) con tre differenti allestimenti, arricchiti da sezioni dedicate alle squadre di club delle rispettive città, dall’Amburgo Sv al Sankt Pauli, dal Bayern Monaco al Monaco 1860, fino allo Stoccarda.

La mostra, prevista nell’ambito di una serie di eventi organizzati dalla rete degli Istituti Italiani di Cultura in Germania con il coordinamento dell’Ambasciata in occasione della diciassettesima edizione del Campionato Europeo di Calcio, è nata grazie al collettivo modenese Mo’ Better Football, con la collaborazione con Panini e la partecipazione di Gianni Bellini, il più importante collezionista al mondo di figurine sul calcio, e Simone Ferrarini, artista autore di una serie di disegni realizzati per la mostra.

“Le figurine sono divenute un oggetto strettamente associato alla modalità con cui gli italiani vivono il calcio e lo sport”, ha ricordato l’Ambasciatore Armando Varricchio. Ma non si tratta solo di omaggiare la passione e la creatività italiane: “La diplomazia sportiva è un elemento di crescente importanza nei rapporti tra Paesi e società civili, tanto più nel caso di due popoli appassionati come italiani e tedeschi. Questi appuntamenti arricchiscono un insieme di attività nel campo della cultura, della creatività, dell’innovazione che l’Ambasciata e la rete dei Consolati e degli Istituti di Cultura stanno curando in tutta la Germania nel corso del 2024”, così l’Ambasciatore Varricchio.