Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

L’Ambasciatore Varricchio consegna al CEO del Gruppo Axel Springer, Mathias Doepfner, l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (11.12.2023)

4

L’Ambasciatore Armando Varricchio ha consegnato, a nome del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l’onorificenza dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana nel grado di Commendatore, a Mathias Doepfner.
L’onorificenza è stata conferita in considerazione dell’alto profilo di Doepfner e del suo contributo alla diffusione dei valori europei e democratici e al rafforzamento del rapporto bilaterale italo-tedesco attraverso l’informazione e la formazione di sempre nuove classi di giornalisti qualificati.
“Mathias Doepfner – ha detto l’Ambasciatore Varricchio – ha dedicato la sua vita professionale al mondo dell’editoria e del giornalismo. Sotto la sua guida il Gruppo Axel Springer, la più grande casa editrice d’Europa, ha preservato e ulteriormente investito su una politica societaria basata su responsabilità e trasparenza e sulla libertà d’informazione. Doepfner si è dimostrato un prezioso amico dell’Italia, sinceramente interessato alle dinamiche e alle tendenze del nostro Paese.”
“Sono molto onorato di ricevere questo prestigioso premio. In questi giorni, l’amicizia italo-israeliano-tedesca può essere un asse simbolico che si impegna per un principio: nessuna tolleranza per l’intolleranza. Nessuna tolleranza per l’antisemitismo”, ha dichiarato Mathias Doepfner, il quale ha tenuto parte del suo discorso in italiano.

L’evento di conferimento, al quale hanno partecipato anche Margot Friedländer, sopravvissuta tedesca all’Olocausto e personalità di alto profilo del mondo diplomatico e dell’editoria, si è tenuto presso la Residenza dell’Ambasciatore d’Italia a Berlino.

L’Ordine al Merito della Repubblica Italiana è il primo fra gli Ordini nazionali ed è destinato a riconoscere particolari meriti acquisiti verso l’Italia nel campo delle lettere, delle arti, dell’economia, del servizio pubblico e delle attività sociali, filantropiche ed umanitarie.