Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

L’Ambasciata celebra il cinema italiano con un ricevimento in occasione della 74ª Berlinale (18.02.2024)

Amb Roth

L’Ambasciata ha ospitato in occasione della 74ª Berlinale un ricevimento per celebrare il cinema italiano, la sua capacità di dialogare con il pubblico internazionale e il consolidamento dei legami culturali e produttivi tra Italia e Germania.
Due sono i film italiani quest’anno in concorso: Another End del regista Piero Messina e Gloria!, debutto alla regia dell’attrice e cantautrice Margherita Vicario.

In apertura al ricevimento sono intervenuti Claudia Roth, Ministra di Stato per la Cultura e i Media in Germania; l’On. Lucia Borgonzoni, Sottosegretario al Ministero della Cultura; Carlo Chatrian, Direttore artistico della Berlinale; Chiara Sbarigia, Presidente di Cinecittà e Juergen Boos, Direttore della Frankfurter Buchmesse. Tra gli ospiti presenti anche numerosi rappresentanti delle istituzioni, del mondo del cinema italiano e distributori presenti all’European Film Market (EFM), che quest’anno vede l’Italia come “Country in Focus”.

L’Ambasciatore Armando Varricchio ha rivolto un saluto agli ospiti ricordando come l’Italia rappresenti un set cinematografico ideale, grazie alle sue bellezze naturali e al suo patrimonio artistico-culturale, ma anche alla professionalità di artigiani e lavoratori qualificati in tanti campi, dal suono alla musica, dalla moda al make-up. A ciò si aggiunge l’attenzione posta dalle autorità italiane alle industrie culturali e creative, che costituiscono uno dei “motori della nostra economia, ma anche e soprattutto uno dei punti più qualificanti della nostra identità”, così l’Ambasciatore. “La cultura è il fil rouge che unisce cinema e letteratura, in vista della Frankfurter Buchmesse 2024, appuntamento che vedrà l’Italia in qualità di ospite d’onore”.

L’Ambasciatore ha inoltre partecipato oggi presso l’EFM al “Pitch event Books@Berlinale” del Berlinale Co-Production Market, nell’ambito del quale è stato presentato il titolo “La storia di Cesare” della scrittrice italiana Valentina Mastroianni tra i 10 finalisti.

Foto: © Dario-Jacopo Laganà