Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Installata nel cortile dell’Ambasciata una “Panchina rossa”, simbolo del vuoto lasciato nella società da una donna vittima di femminicidio (11.04.2024)

panchina rossa_3

In occasione dell’Italian Design Day è stata installata nel cortile dell’Ambasciata una “Panchina rossa“, simbolo del vuoto lasciato nella società da una donna vittima di femminicidio.

“Il progetto, curato dall’architetto Martin Jasper e dall’artista Vanessa Alessi, vuole rappresentare la straordinaria capacità del design contemporaneo di trascendere i suoi confini tradizionali per diventare strumento capace di interpretare e dare materia concreta alle sfide sociali favorendo la consapevolezza, il dialogo e, ci auguriamo tutti, il cambiamento. Attraverso la materialità del cemento, stampato con la tecnica 3D, abbiamo voluto lanciare un grido silenzioso ma fermo affinché si rafforzi la consapevolezza di dover porre fine a questo terribile fenomeno promuovendo un impegno collettivo di tutti e tutte”, così ha affermato l’Ambasciatore Armando Varricchio.

Lo scorso 8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della donna, il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, On. Antonio Tajani, aveva chiesto alla Farnesina di installare in ogni Ambasciata nel mondo una “Panchina rossa”, come parte dell’impegno del suo Ministero nel contrastare ogni forma di violenza e discriminazione contro le donne, in Italia e nel mondo.

Foto: © Antonio Luca Padovani